Re: La forma della rete

#4
Visto, interessante, ma un po' intimoratore nel finale! non mi piacerebbe che tutti sapessero ciò che faccio prima di me stesso, insomma, adesso tu SCEGLI cosa dire e spero sarà sempre così.
[center]
Immagine
[/center]

Re: La forma della rete

#5
PoPe ha scritto: Vallo a dire a Marissa Mayer :m1a1:, magari a questo risvolto non ci aveva ancora pensato.
 
Beh per quanto riguarda Answers ci troviamo già sulla buona strada... ormai non si legge altro che gente che non vuole rimanere incinta o che chiede "informazioni" sull'utilizzo di un profilattico :asd:
[center]
Immagine
Immagine
[/center]

Re: La forma della rete

#6
Mh, si, in effetti., Quando la gente era poca la qualità di Internet era infinitivamenre maggiore. Mi spiego,. Internet, veniva usato si per cazzeggio fin dai tempi di Fidonet (Usenet e le BBS erano il precursore delle odierne imageboard, che non sono altro che il risultato di un ritorno al passato ad Usenet e le BBS in risposta ai social network) , ma le robe utili erano molte, le discussioni erano incentrate su tecnologia vera (snippet di codice condivisi tra utenti per imparare o contribuire ad un progetto di una tecnologia che da li a qualche anno sarebbe diventata rivoluzionaria (Tim-Berners Lee al CERN, per dirne una. Se non avete capito chi è, andate su wikipedia e poi vergognatevi), invece di parlare dell'ultima cagata uscita da Tim Cook) e il livello intellettivo, informatico, culturale e tecnologico era alto. Linux uscì da una discussione, una scommessa lanciata su Usenet tra Torvalds e Tannenbaum che fece storia, per farne un esempio ("« Io continuo a ritenere che progettare un kernel monolitico nel 1991 sia un errore fondamentale. Ringrazi che non è mio studente. Non avrebbe preso un voto alto per tale progetto »"- Tannebaum a Torvalds, 1991).

Con la diffusione di massa delle ADSL dal 2005 in poi, la semplificazione e l'estrema facilitazione degli OS e la diffusione dei [NON SO SCRIVERE] ha portato molta gente "ignorante" a sporcare questo mondo fatto di tutto ciò che è scritto sopra. La massa svilisce sempre, non valorizza la qualità e trasforma le cose snaturandole e degradandole, senza darne il dovuto significato. Cose come quelle citate prima avranno meno scalpore perchè non saranno interessanti ai profani.

Se prima Internet era una sorta di congrega di menti pensanti, una rete anarchica ed auto regolamentata, una sorta di centro sociale dove creare insieme tecnologia, una fabbrica di idee condivise, ora è soltanto un luogo dove postare foto e scrivere "boiate" fine a se stesse.

Ora Internet è in mano a gruppi di regazzini come Zuckenberg che non ha fatto altro che fare un sitarello in Ajax con una ventina a di pagine di php come progetto di informatico di seconda superiore che ha avuto successo solo perchè spinto dai "profani" che vedevano in quelle ventina di pagine di codice la "rivoluzione sociale" di stocazzo. E ora quelle 20 pagine valgono svariati miliardi di dollari di nulla.

Con buona pace di Aaron Swartz che è morto nell'indifferenza, se non qualche trafiletto come "quel ragazzo suicida perchè l'hanno arrestato i pulotti che creò quel troiaio di Reddit".

Inb4: perchè allora usi anche te FB? - > Perchè mi son dovuto adeguare perchè tutti i pirlun di cui sopra sono qui e per lavorare devo usarlo anche io. Fosse per me farei bruciare tutti i server su cui è ospitato 'stammerda di social network e istituirei l'obbligo di un patentino per usare Internet e il pc come ca**o si deve.
 
<div>Aggiungo: ora Internet ha dato visibilità a cialtroni (Grillo e i pentastellati), ciarlatani (Biowashball e complottisti schiichimicari e HAARPisti), e feccia che una volta veniva giustamente presa a calci nel deretano, che invece ora hanno grande presa grazie alla casalinga di Voghera che usa Internet</div>
Immagine
cron